Decompressimetri e computer - Computer


zoomable

Deco Brain

Nel 1983 venne presentato il Deco Brain, il primo computer subacqueo in assoluto basato su algoritmo Albert Buhelmann e realizzato dall’azienda svizzera Divetronic. Il progetto venne seguito da Jürgen Hermann mentre sembra che il nome di Hans Hass, famoso fotografo e ricercatore, fosse stato utilizzato per ragioni di marketing. Il computer era di dimensioni notevoli e veniva applicato al braccio. Il monitor riportava le seguenti indicazioni:
- Tauchzeit = tempo di immersione,
- Tiefe = profondità,
- Auftauchzeit = tempo totale di risalita (somma di tutti i deco-stop + salita),
- Entsaettigungszeit = tempo di desaturazione,
- max. Tiefe = profondità massima,
- ausser Bereich = fuori curva (con un LED lampeggiante)
il LED centrale lampeggiava durante le deco-stop, mentre quello in alto era un LED di allarme nel caso di risalita troppo veloce.
Sulla parte superiore del computer erano posizionati due attacchi. Inserendo nel primo un bullone di pressione si poteva simulare l'immersione mentre il secondo era la presa che consentiva di collegare il caricabatterie. Il Deco Brain era in grado di operare fino a 100 metri di profondità.