Decompressimetri e computer - Computer


zoomable

Aladin Pro

Il computer Aladin nacque alla fine degli anni '80 da poco preceduto dal piccolo e incompleto Suunto svedese. E' stato il computer subacqueo di maggior successo lanciato negli ultimi anni '80. Questo computer di nuova concezione calcola le immersioni seguendo costantemente il variare della pofondità e tiene conto anche delle immersioni ripetitive. Fa da orologio e profondimetro e dà l’allarme se in risalita non si segue la velocità indicata. La velocità di risalita è di 10 m / min. Piccolo e leggero (160g), la sua batteria al litio da 3,6 volt (durata della batteria di circa 800 immersioni) è sostituibile dall'utente con un semplice saldatore. Ne furono realizzate numerose versioni dalla società svizzera Uwatec.